Tel. +39 06 85563657 / Email: info@progettoforma.eu

FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020
PROGETTO FORM@2 - PROG-3162 - CUP: J59D19000380007 • Obiettivo specifico: 2.Integrazione / Migrazione Legale • Obiettivo Nazionale: 1.Migrazione Legale - formazione professionale e civico linguistica pre-partenza 2019

Storie di ricongiungimento familiare: Nure e Besmir dall’Albania

 

L’Albania è soprannominato “paese delle Aquile” per via di un’antica leggenda: si narra che un giovane cacciatore salvò un cucciolo di aquila da un serpente; così l’aquilotto crebbe e rimase col giovane, guidandolo nelle battaglie che gli valsero l’ammirazione della sua gente. Quella gente divenne il popolo della “terra delle aquile”, quella gente altro non era che il popolo albanese.

Le ali dell’aquila ricordano la forza di Nure, arrivata in Italia nel 2002 a seguito di ricongiungimento familiare richiesto dal padre, che lavorava nel nostro paese già dalla fine degli anni 90. Nure, ai tempi, aveva solo 15 anni e fin da subito aveva cominciato a lavorare nei ristoranti come lavapiatti, senza darsi mai per vinta. La fatica non la spaventava: la ragazza voleva imparare l’italiano per intraprendere la carriera culinaria. Dopo due anni come lavapiatti e un’esperienza da aiuto pasticcere, la ragazza tornava in cucina per essere promossa aiuto cuoco. Milano, Novi Ligure, San Vito Lo Capo: Nure aveva dovuto viaggiare a lungo prima di trovare il lavoro dei suoi sogni, quello di chef, in uno dei locali più noti di Perugia. Nure era una ragazzina, Nure è ormai una donna e sceglie di raccontarsi alla vigilia di un grande passo, che la vedrà ripercorrere il percorso di ricongiungimento che suo padre aveva affrontato molti anni fa.  

“In vita mia ho sempre avuto una certezza: quella di non volere come marito un cittadino di Valona”, racconta conscia dell’ironia della sua sorte. Un paio di anni fa, infatti, Nure viene contattata su Facebook da Besmir, un suo concittadino conosciuto nel lontano 2002, poco prima che lei partisse per l’Italia. I due iniziano a parlare, a conoscersi, poi si incontrano di persona e, durante una vacanza trascorsa dalla giovane in Albania, si innamorano. Lui sceglie di presentarla alla famiglia. L’anno dopo si sposano: dopo il matrimonio, Nure rientra in Italia ma Besmir non può seguirla. Giunta nel nostro paese, la donna scopre di essere in dolce attesa di un bimbo che chiameranno Aaron.

Così, asciugate le lacrime di lontananza e nostalgia, Nure decide di recarsi al Patronato INAS di Perugia e si rivolge a Barbara, operatrice storica del centro a cui espone la sua situazione. Nure si commuove ancora, Barbara le offre un bicchiere d’acqua e la consola, proponendole un percorso di ricongiungimento familiare tramite il Progetto FORM@.

L’operatrice la aiuta nel disbrigo delle pratiche e, in breve tempo, Besmir viene contattato dagli operatori del Progetto FORM@ in Albania, che provvedono ad accompagnarlo presso il Consolato Italiano e gli forniscono ore preziose di formazione pre-partenza incentrate sullo studio della lingua e della cultura italiana.

“Non mi sarei mai aspettata che i miei connazionali potessero essere così efficienti”, racconta Nure, finalmente felice perché tra pochi giorni Besmir arriverà per sempre in Italia e, una volta ottenuto il permesso di soggiorno, potrà realizzare il sogno che condivide con sua moglie. Anche Besmir, infatti, ama la ristorazione e vorrebbe diventare maitre di sala.

Nure ci confida la sua gratitudine per l’Italia che l’ha accolta a braccia aperte e di cui non vede l’ora di farne pienamente parte nelle vesti di cittadina: “Quando vado in Albania, bastano due giorni e già sento la mancanza del mio nuovo Paese, che mi manca già a partire dal primo mattino, quando mi metto alla ricerca di un buon caffè e di un buon con cornetto!”.

L’esperienza di Nure testimonia la gioia del ricongiungimento famigliare, felicità condivisa dagli operatori che accompagnano i richiedenti e i destinatari nelle tappe del Progetto Form@. “Lavorare nel settore immigrazione è stata la più bella esperienza che io abbia mai fatto. Le persone confidano i propri timori, raccontano i loro amori, le loro vicende familiari. Ognuno di loro ha una storia, ognuno di loro sta cercando un futuro migliore, ognuno di loro porta con sé un bagaglio di umanità enorme”, dice Barbara Simone che ha restituito il sorriso a Nure e Besmir.

27/11/2020 – Avviso di Selezione per il conferimento mediante procedura selettiva comparativa di un incarico per Esperto legale per il progetto FAMI “FORM@2”-Prog.3162 finanziato a valere sull’OS2-ON1 del Programma Nazionale del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020.

24/11/2020 – Progetto FORM@2 (PROG.3162) – Avviso di Selezione per l’affidamento del servizio di Revisore Contabile Indipendente per la verifica amministrativo-contabile delle spese del progetto FAMI – Prog. 3162 – “FORM@2” finanziato a valere sull’OS2-ON1 del Programma Nazionale del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020.





Partner







Progetto FORM@2 (PROG-3162)
Via Giovanni Paisiello, 43
00198 ROMA
Tel. +39 06 85563657
Email: info@progettoforma.eu
cookie policy - privacy policy